< Torna alla lista

12/14/20

Catching up with Maxime Genoud

Con la pandemia di CoViD-19 che continua, e le restrizioni di viaggio in tutto il mondo, siamo stati limitati su chi possiamo incontrare nella comunità del pattinaggio in linea. Tuttavia, siamo stati in grado di scambiare quattro chiacchiere con l’atleta Rollerblade® Maxime Genoud. Godetevi questa nuova edizione di "Catching Up".

Negli ultimi mesi la possibilità di muoversi è stata in generale molto limitata. Come ti sei tenuto in movimento?
Poiché il lockdown non è stato totale in Svizzera, si poteva comunque uscire, volendo. In questi ultimi mesi ho pattinato molto in discesa e ho fatto alcune sessioni con gli amici nei due skatepark che abbiamo a Losanna.

Quando ti alleni al parco lo fai con la stessa crew di prima della pandemia? Le sessioni danno ancora lo stesso feeling?
Pattino da più di 17 anni, quindi ho visto molte persone che scelgono un percorso diverso e iniziano a pattinare di meno o si fermano, ma siamo sempre noi, i pochi “cani” rimasti là fuori a pattinare insieme.

Hai sperimentato importanti cambiamenti nella vita durante questo periodo? Qualcosa ti ha segnato?
Il 2020 è stato un anno difficile per me. Sto lentamente tirando fuori la testa dall'acqua e non vedo l'ora di vivere tempi migliori nel 2021.

Cosa fai per essere in pace con te stesso?
Pattino, leggo, guardo film e scatto foto.

Puoi darci qualche informazione sulla tua fotografia in questo momento?
Lavoro come fotografo, quindi la fotografia è il mio mestiere, ma anche l'altra mia passione principale. Mi piace costruire fotocamere con vecchio materiale di scarto, e usarle per scattare foto sfocate e originali. Inoltre, adoro uscire in montagna, andare a qualche mostra, e andare in bicicletta nella natura e fare dei begli scatti.

Come decidi che tipo di "rifiuto" utilizzerai per creare le tue fotocamere? Hai già mostrato a qualcuno le tue opere?
Cerco di stabilire una connessione con il soggetto che sto fotografando. Ad esempio, ho costruito una macchina fotografica con un violoncello per un festival di musica classica e ho scattato dei ritratti dell'artista che suonava al festival.
Posso anche sviluppare un'idea divertente che ho in mente: tutto può essere trasformato in una macchina fotografica. Ho anche costruito una macchina fotografica con un pezzo di formaggio e ho passato una settimana in un caseificio alpino.
All'inizio di quest'anno ho tenuto un seminario in una scuola con i bambini, e abbiamo costruito insieme telecamere per creare una mostra in un museo nazionale. Sono molto orgoglioso di avere già diverse mostre a mio nome con le mie macchine fotografiche autocostruite, in giro per la Svizzera, sin da quando ho finito la scuola.

Cosa prendi dal pattinaggio in linea per applicarlo a progetti creativi come quelli che hai menzionato prima?
Il pattinaggio in linea ti insegna che, anche se cadi, ti rialzerai. Ti aiuta anche a focalizzarti su un compito e concentrarti.

Cosa ti aspetti nel prossimo futuro?
Vorrei lavorare su qualche nuovo progetto fotografico, viaggiare e condividere di nuovo bei momenti con gli amici il prima possibile, quando questa pandemia rallenterà o si spegnerà.

Hai già dei progetti in programma?
Sto lavorando a due diverse mostre. Una in cui userò le zucche per costruire macchine fotografiche e fotografare la telecamera stessa in uno specchio, e un'altra più "classica" sulla produzione alimentare: un viticoltore che fa vino biodinamico e un produttore di formaggio.

VIDEO

FOLLOW US

@ROLLERBLADE

SKATE SMART:

KNOW YOUR SKILL LEVEL AND SKATING CONDITIONS

FOLLOW US ON

ROLLERBLADE È UNA DIVISIONE DI TECNICA GROUP S.P.A.
Società soggetta a direzione e coordinamento di Sintesi Holding S.r.L.
Sede in Giavera del Montello (TV) - Via Fante d’Italia n. 56 | Capitale Sociale Euro 25.000.000,00 interamente versato
Società iscritta al n. 78175 R.E.A. di Treviso. | Registro Imprese e Codice Fiscale 00195810262